V Domenica di Quaresima (B) – La glorificazione del nome

V Domenica di Quaresima Ger 31,31-34; Sal 51(50); Eb 5,7-9; Gv 12,20-33. La glorificazione del nome Nel brano di vangelo di questa domenica è contenuta la preghiera rivolta da Gesù al Padre perché Egli glorifichi il proprio nome (Gv 12,28). Ci si può chiedere: essa è in qualche modo l’equivalente del quarto vangelo alla richiesta contenuta nel Padre nostro (testo … Continua a leggere

III Domenica di Quaresima (B) – Egli parlava del tempio del suo corpo

III Domenica di Quaresima Es 20,1-17; Sal 19(18); 1 Cor 1,22-23; Gv 2,13-25 Egli parlava del tempio del suo corpo Il racconto e la simbologia del quarto vangelo differiscono profondamente da quelle dei sinottici. Basti pensare alla scena del tempio – cuore del vangelo di questa domenica – Matteo (21,12-13), Marco (11, 15-19) e Luca (19,45-46) la pongono nella fase … Continua a leggere

II Domenica di Quaresima (B) – L’ombra della nube

II domenica di Quaresima Gen 22,1-2.9.10-13.15-18; Sal 116 (115); Rm 8,31-34; Mc 9.2-10 L’ombra della nube Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte (Mc 9,2) e lì si trasfigurò, poi «venne una nube che li coprì con la sua ombra» (Mc 9,7). La voce uscì proprio dalla nube. Essa ripeté le stesse … Continua a leggere

I Domenica di Quaresima (B) – Tra angeli e bestie selvatiche

I domenica di Quaresima Gen 9,8-15; Sal 25(24); 1 Pt 3,18-22; Mc 1,12-15 Tra angeli e bestie selvatiche              A Marco basta una riga per descrive il soggiorno di Gesù nel deserto: vi «rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano» (Mc 1,13). La mancanza di una … Continua a leggere

VI Domenica del tempo ordinario (B) – Venne da lui un lebbroso

Domenica VI del tempo ordinario Lv 13,1-2.45-46; Sal 32 (31), 1 Cor 10,31-11,1; Mc 1,40-45 Venne da lui un lebbroso Il passo evangelico di questa settimana pone Gesù davanti a una malattia connotata da un’alta forma di emarginazione sociale. Il fatto in sé non va giudicato un puro arcaismo. L’isolamento è, a tutt’oggi, una misura adottata di fronte a un … Continua a leggere

V Domenica del tempo ordinario (B) – La preghiera di Gesù

V domenica del tempo ordinario Gb 7,1-.4.6-7; Sal 147 (146); 1Cor 9.16-19.22.23; Mc 1,29-39 La preghiera di Gesù «Venuta la sera, dopo il tramonto del sole gli portarono tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era radunata davanti alla sua porta» (Mc 1,32-33). Quello di Marco è il vangelo che pone maggiormente in luce la presenza continua e … Continua a leggere

LA PREGHIERA DI GESU’ – 5a DOMENICA del tempo ordinario

V domenica del tempo ordinario Gb 7,1-.4.6-7; Sal 147 (146); 1Cor 9.16-19.22.23; Mc 1,29-39 La preghiera di Gesù «Venuta la sera, dopo il tramonto del sole gli portarono tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era radunata davanti alla sua porta» (Mc 1,32-33). Quello di Marco è il vangelo che pone maggiormente in luce la presenza continua e … Continua a leggere

IV Domenica del tempo ordinario (B) – Comanda persino agli spiriti impuri

IV Domenica del tempo ordinario Dt 18,15-20; Sal 95(94); 1 Cor 7,32-35; Mt 1,21-28. «Comanda persino agli spiriti impuri» « “Taci! Esci da lui!”. E lo spirito impuro, straziando e gridando forte, uscì da lui» (Mc 1, 25). L’irrompere dei demòni – spesso denominati «spiriti impuri» (cf. Mc 1,23-27; 3,11.30; Mt 10,1; Lc 4,33.36) – è, nel Nuovo Testamento (ma … Continua a leggere

III Domenica del tempo ordinario (B) Lasciare le proprie reti

III Domenica del tempo ordinario Gio 3,1-5.10; Sal 25 (24); 1Cor 7,29-31; Mc 1,14-20 Lasciare le proprie reti Il Vangelo di questa settimana intreccia tra loro il tema del regno e quello della conversione e della chiamata. «Il regno di Dio è vicino» (Mc 1,15). Nel contesto biblico il regnare di Dio è presentato, per lo più come una vittoria, … Continua a leggere

II Domenica del tempo ordinario (B)

II Domenica del tempo ordinario 1Sam 3,3-10; Sal 40 (39); 1Cor 6,13-15.17-20; Gv 1,35-42 L’indice di Giovanni Battista        Stando alla lettera del quarto Vangelo Giovanni Battista non compie alcun gesto per additare Gesù, fissa solo lo sguardo su di lui e ripete la frase già pronunciata il giorno prima: «ecco l’agnello di Dio» (Gv 1,36; cfr. 1,29). … Continua a leggere