Domenica XXXIV (B) Il mio regno non è di qui

Domenica XXXIV. Solennità di N.S. Gesù Cristo, re dell’universo. Dn 7,13-14; Sal 93 (92); Ap 1,5-8; Gv 18,33-37. Il mio regno non è di qui «Universo» è parola sconosciuta alla Bibbia, per dire il tutto il primo versetto della Scrittura impiega l’espressione «il cielo e la terra» (Gen 1,1; cf. Ef 1,10). Il posto privilegiato riservato in questo modo di … Continua a leggere

Domenica XXXIII (B) I cieli e la terra passeranno

Domenica XXXIII del tempo ordinario Dn 12,1-3; Sal 16 (15); Eb 10,11-14.18; Mc 13,24-32 I cieli e la terra passeranno Quando si avvicina la fine dell’anno liturgico nel corso della messa si proclamano testi collegati alla fine del mondo. È coerenza o piuttosto incoerenza? Il tempo della liturgia è ciclico. Un anno finisce e subito dopo ne comincia un altro … Continua a leggere

Domenica XXXII (B) Vi ha gettato tutto quello che aveva

Domenica XXXII 1 Re 17,10-14; Sal 146 (145); Eb 9,24-28; Mc 12,38-44 «Vi ha gettato tutto quello che aveva» «Pregano a lungo per farsi vedere» (Mc 12, 40). Così avveniva un tempo; oggi è assai raro che si scelga la preghiera come modalità per essere visti. Senza alcun dubbio nella società odierna domina l’immagine e, di conseguenza, l’apparire, tuttavia ci … Continua a leggere

Domenica XXXI (B) Amare e ubbidire

Domenica XXXI Dt 6,2-6; Sal 18 (17); Eb 7,23-28; Mc 12,28-34 Amare e ubbidire Nella discussione su quale sia il primo fra tutti i comandamenti, Marco (a differenza di quanto avrebbe fatto Matteo, 22,34-35) non introduce alcuna nota polemica. Al contrario, il passo attesta una profonda affinità tra lo scriba e Gesù. Non a caso la spinta per porre la … Continua a leggere